Dott .ssa Mirella Caruso

Psicologa - psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico.

Colloqui di sostegno

"rChildren in the sea" Il colloquio di sostegno (all’individuo, alla coppia, alla famiglia) è un intervento che ha come obiettivo comprendere e aiutare la persona che si trovi in un momento di difficoltà o di crisi personale e che non manifesti sintomi evidenti. La persona presenta problemi transitori legati a momenti della vita particolarmente stressanti o evolutivi o cambiamenti importanti e di passaggio: un trasloco in una nuova città e la difficoltà di ambientazione, l’inizio di un ciclo scolastico, matrimonio o divorzio, la gravidanza, un cambiamento nel lavoro, una perdita, il lutto. Sono situazioni che portano in sé problematiche che appaiono faticose da gestire, minano l’autostima e innescano un meccanismo di fuga e/o di rinuncia o d’impoverimento della vita affettiva e relazionale. Altri obiettivi possono essere, sostenere persone in seguito a eventi post-traumatici (calamità naturali, incidenti) oppure affiancare le terapie mediche nel caso di malattie organiche croniche o di operazioni importanti. Gestire lo stress.

Supportare, sostenere psicologicamente implica ascoltare la persona con attenzione al fine di rafforzare risorse già presenti nella personalità, i punti di forza e, nello stesso tempo, aiutare il soggetto a sviluppare nuove competenze necessarie per affrontare il particolare periodo di vita che sta attraversando. Cercare nuove possibilità, stimolare capacità. Quanto possa essere utile sostenere, per es., una donna in gravidanza che a volte si porta in questo delicato periodo, mille timori è evidente a tutti. Oppure un adolescente in difficoltà con i compagni, oppure un adulto che abbia subìto una perdita.

Nel bagaglio della Psicologia, è entrato (in Europa negli anni ’80 con l’opera di J. Bowlby) il concetto di resilienza. E’ un concetto mutuato dalla metallurgia dove indica la capacità di un metallo di resistere alle forze che vi sono applicate, ma anche dalle scienze etologiche. In psicologia indica la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici e riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà. È la capacità di ricostruirsi orientando la propria sensibilità a dare nuovo slancio alla propria esistenza. In questo senso, il colloquio di sostegno mira a sviluppare e riorganizzare le capacità della persona di auto-sostenersi e auto-svilupparsi.

Quando sono utili i colloqui di sostegno al posto di una psicoterapia? In primis, l’assenza di sintomi conclamati (crisi di ansia e panico, fobie, ossessioni, umore deflesso, crisi esistenziali, problematiche relazionali ripetitive, assenza di desiderio e affettività, depressione). La presenza di sintomi necessita un approccio più approfondito perché, in questo caso, oltre ai sintomi evidenti che opprimono la persona, sono presenti problematiche di più ampio respiro che toccano la personalità nel suo complesso. Anzi, il sintomo è proprio l’espressione di una mancanza di armonia tra le varie istanze della personalità.

Chissà che alla fine, anche in Italia, come già succede in altri Paesi, si comprenda appieno l’importanza di porre una maggiore attenzione alla propria salute psichica, oltre che fisica, e anche saltuariamente, si prenda l’abitudine a “fare un tagliando” per affrontare con più efficacia situazioni di conflitto, prevenire le malattie, amare se stessi.

"Mirella Caruso"
Contatti Tel. 347 78.29.030

- Studio a Milano

Via Giovanni Pacini, 42 - metrò verde Lambrate FS

- Email
info@mirellacaruso.it

"seguimi su Facebook"
www.mirellacaruso.it last modified: Jan-2016

statistiche siti web